News

"Please please me" dei Beatles compie 50 anni

Vota questo articolo
(1 Vota)

Poche ore per fissare la data d'inizio di un successo. Nove ore e 45 minuti, divisi in tre sessioni, per incidere un intero album. Solo i Beatles, con la loro energia, creatività e spensieratezza, potevano raggiungere un risultato di questo tipo.



Era l'11 febbraio 1963, esattamente cinquant'anni fa, quando alle 10 della mattina i quattro ragazzi di Liverpool varcavano la soglia degli studi di Abbey Road per dar vita al loro primo album: "Please please me". George Martin, loro storico manager, aveva inizialmente prenotato solo due sessioni di registrazione, ma poi ne aggiunse una terza in tarda serata.



Minuto dopo minuto, quattordici brani prendevano forma. Otto canzoni firmate dal duo Lennon-McCartney, sei cover di altri artisti. Tra le prime otto c'erano però anche due singoli già pubblicati: Love Me Do (ottobre 1962) e Please Please Me (gennaio 1963).

L'album, si apre con "I Saw Her Standing There, un brano pieno di energia, la stessa della canzone finale "Twist and Shout". Su quest'ultima i ricordi raccontano di una band capace, grazie alla propria voglia di fare, di registrare il brano in una manciata di minuti, gli ultimi a disposizione per utilizzare lo studio di incisione.

Una sola prova, quella buona, scatenata e capace poi di infiammare il pubblico in tutti i concerti live che seguiranno nella loro carriera.
Finita questa maratona la band partì per un tour mentre la loro creatura conquistava la vetta delle classifiche dove vi rimarrà per 29 settimane.

Ultima modifica ilSabato, 23 Marzo 2013 07:05